Underground Echoes – Top 10 del 2023 di Luca Visconti

Gennaio 9, 2024

Il 2023 ci saluta e il nostro Luca Visconti ci regala la sua top ten del 2023 dei dischi più underground!

1) HMLTD The Worm: teatrali, progressivi, unici, sfornano un disco complesso ma pieno di sfaccettature
2) Delain – Dark Waters: visioni gotiche e refrain irresistibili per un super album con la nuova cantante Diana sugli scudi
3) Myrkur – Spine: la regina del Nord torna con il disco della maturità, tra passaggi oscuri, innesti elettronici e sfuriate black
4) HEIMDALL – Hepahestus: il metallo rovente dei salernitani brucia come le fiamme di Efesto
5) Oxido – Breaking Dawn The Walls: ristampa di un vero oggetto di collezione per una band italo-svizzera che non avrebbe avuto nulla da invidiare ai Firehouse e Shy
6) Malombra – T.R.E.S. : non deludono mai i sovrani incontrastati del dark prog italico con le loro atmosfere da brividi
7) Of The Muses – Senhal: drammatico, straziante e catartico il debutto del progetto di Cristina Rombi
8) Streetlight – Ignition: la Svezia è la solita fucina di talenti e il disco, connubio perfetto tra Journey e Kansas, conferma questo trend
9) Creeper – Sanguivore: concept vampiresco per la band inglese, che sa miscelare refrain pop ad atmosfere gothic care a Sisters Of Mercy, Danzing ed Him
10) Jordsjo – Salighet: folk, prog britannico e divagazioni jazz per un must di quest’anno

Autore

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *