Titina: un viaggio fantastico verso il Polo Nord

Settembre 30, 2023

La storia di Umberto Nobile raccontata dagli occhi della terrier che accompagnò l’esploratore

Titina è un film di animazione di Kajsa Næss che trae ispirazione dagli eventi storici della Norge, nel 1926, a bordo della quale l’ingegnere Umberto Nobile e l’esploratore Roald Amundsen raggiunsero per la prima volta il Polo Nord.

A loro fianco vi era la cagnolina Titina, una trovatella che Nobile aveva adottato anni prima. La cucciola non abbandonerà mai il suo padrone e lo seguirà in ben due spedizioni a bordo di un dirigibile.

Dallo sguardo della cagnolina, la storia appare da una prospettiva completamente diversa rispetto a come la potrebbe vedere un essere umano.

La creatura ha la stessa meraviglia che si potrebbe ritrovare negli occhi di un bambino e proprio per questo motivo diventa il mezzo migliore per parlare ai più giovani. A differenza degli umani, a Titina non importa di meriti e glorie: si gode ogni istante del viaggio dando così la possibilità di lasciare spazio all’immaginifico, e alla creatività, e alla magia creando scene di colori suggestivi e fantastici, non togliendo però spazio a una pagina di storia non troppo conosciuta.

Chiaramente, stiamo parlando di una chiave romanzata degli eventi. E se la storia ci ricorda di profonde diatribe fra i due esploratori, non mancano comunque momenti di sincera amicizia. Tanto più che la vena malinconica che si percepisce lascia intravedere una sorta di risoluzione alle loro controversie. Alla fine delle cose, il merito dell’impresa non era così importante rispetto alle emozioni condivise.

I due uomini, per orgoglio, si sono giocati un qualcosa che poteva dare loro molto di più e se ne pentiranno in quegli ultimi istanti, gli eventi conosciti come quelli della “Tenda Rossa” e il loro tragico epilogo. Resterà, in ogni caso, l’esperienza del viaggio e il fiume di ricordi indelebile nella memoria di Nobile.

Næss con Titina ci lascia una pellicola che riesce a divertire e commuovere. Chi ha avuto la fortuna di condividere i propri spazi con un animale sicuramente riconoscerà nella piccola terrier una serie di atteggiamenti, curiosi e divertenti, tipici di qualunque compagno domestico e di certo non si risparmierà di versare qualche lacrima.

Interessante la scelta di intervallare l’animazione con filmati storici che, con ogni probabilità, verranno apprezzati maggiormente dai più grandi, ma che restituisce un senso di autenticità agli eventi narrati.

Sicuramente è un film consigliato per raccontare e insegnare una storia che poteva rischiare di rimanere in un angolo.

Autore

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *