Teatro dell’Opera di Roma: con 250 mila biglietti venduti è record

Dicembre 30, 2023

Crescita record di spettatori e successi internazionali, prospettive positive per il 2024.

 

 

L’Opera di Roma chiude il 2023 con un notevole trionfo di spettatori, superando la cifra di 250.000 persone che hanno partecipato ai vari spettacoli della Fondazione Capitolina presso le sue sedi. Questo straordinario successo è stato annunciato ufficialmente dal Teatro Costanzi attraverso un comunicato stampa.

Il numero complessivo degli spettatori è aumentato da 218.489 nel 2022 a 250.216 nel 2023, evidenziando un incremento del 14,5%. Questo totale include anche il pubblico del Caracalla Festival, che ha venduto 115.980 biglietti, segnando il più alto afflusso dal 2001 e recuperando completamente rispetto all’anno precedente alla pandemia, quando si contavano 106.692 presenze nel 2019.

A questi numeri si aggiungono i 40.000 spettatori delle tournée organizzate dal Teatro durante l’anno, tra cui le esibizioni al Bunka Kaikan di Tokyo e alla Kanagawa Kenmin Hall di Yokohama (Tosca e La traviata, entrambe dirette da Michele Mariotti e firmate rispettivamente da Franco Zeffirelli e Sofia Coppola, che da sole hanno totalizzato 14.259 presenze), al Palais des Congrès di Parigi (Le quattro stagioni di Giuliano Peparini su musiche di Vivaldi), alla Royal Opera House di Muscat in Oman (con Giselle nella versione di Carla Fracci) e al Teatro Comunale di Bologna con la Serata coreografi contemporanei.

Degna di nota è anche la partecipazione entusiasta del pubblico alle 80 iniziative a ingresso gratuito rivolte alla comunità cittadina, che hanno attirato oltre 30.000 spettatori. Numerosi sono stati i progetti volti all’inclusione sociale e all’apertura del Teatro alla comunità, coinvolgendo tutti e 15 i municipi della Capitale, alcuni importanti centri della città metropolitana e la rete dell’associazionismo diffuso.

Gli spettacoli si sono svolti in diverse location, dal Teatro di Villa Torlonia alle piazze di Tor Bella Monaca, passando per il Lungotevere, i Musei Capitolini (Notte dei Musei) e persino l’Aeroporto di Fiumicino. Molti di questi eventi hanno visto la partecipazione della Scuola di Canto Corale e di “Fabbrica”, il programma per giovani artisti dell’Opera di Roma.

Il Teatro ha concluso un anno significativo, aumentando la produzione e registrando un tasso di riempimento della sala in crescita, con una media intorno all’85% e picchi di sala esaurita per Aida, Tosca e Lo Schiaccianoci. Già emergono dati positivi anche per il 2024: il numero di abbonamenti per la nuova stagione è cresciuto del 15,3% rispetto all’anno precedente.

Come tradizione, l’Opera di Roma celebrerà l’arrivo del nuovo anno con un brindisi al termine dell’ultima replica de Lo Schiaccianoci del 31 dicembre, coinvolgendo il Sovrintendente Francesco Giambrone, la direttrice della compagnia di ballo Eleonora Abbagnato, gli interpreti dello spettacolo e il pubblico in sala. Questo festoso momento ha chiuso le dodici repliche del balletto, che hanno attratto oltre 17.000 spettatori.

Roma Capodarte 2024 proseguirà i festeggiamenti il 1 gennaio 2024, offrendo una serie di concerti gratuiti presso il piazzale antistante il Teatro in Piazza Beniamino Gigli. Artisti come Riciclato Circomusicale, Little Pier, The Ukulele Tree Orchestra, FanfaRoma ed EtnoMusa animeranno l’atmosfera dalle 15:30 alle 19:30.

Parallelamente, dalle 16:00 alle 19:00, la platea del Teatro Costanzi sarà aperta al pubblico su prenotazione per un’esperienza di incontro speciale in collaborazione con Binario 95 e il mensile “L’osservatore di strada”. Queste comunità di accoglienza e supporto per le persone senza dimora condivideranno con il pubblico racconti e riflessioni sul Teatro e sulle proprie esperienze.

Autore

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *